Home > Informazioni sul natale > Natale e i presepi viventi
Natale e i presepi viventi

Natale e i presepi viventi

Natale e i presepi viventi – Nel periodo tra Natale e l’epifania molte città italiane si trasformano grazie ad una magica atmosfera e realizzano dei meravigliosi presepi viventi.

Natale e i presepi viventi

Durante il periodo natalizio le nostra città si trasformano: vetrine addobbate, luci, bancarelle, musichette. Tutto sembra avvolto da una specie di incantesimo che ci rende più euforici.
Accanto ad alberi, luminarie e babbi natale, non può certo mancare il presepe.
Il presepe è una tradizione natalizia un po’ più diffusa nel Sud della penisola ma anche il Nord, soprattutto negli ultimi anni, accanto al tipico alberello cerca di difendersi con creazioni originali ma sempre fedeli allo spirito natalizio.
In molte città si organizzano delle vere e proprie gare a chi realizza il Presepe più bello. In alcune, poi, si mettono in scena degli straordinari presepi viventi, visitati ogni anno da migliaia di turisti.

Se siete appassionati del Natale e, in particolar modo, del presepe, ecco alcuni presepi viventi particolarmente creativi e interessanti da visitare.

1) Presepe vivente di Alberobello (Bari)
Al posto delle capanne qui troverete i trulli. In ogni trullo potrete ammirare un artigiano dedito al suo mestiere: tessitori, falegnami, calzolai. Ognuno vi farà rivivere la magia legata alle antiche professioni del paese.
Il presepe vivente si snoda lungo tutto il centro del paese fino a giungere alla capanna dove Maria, Giuseppe e il bambinello vi attendono.

2) Presepe di San Biagio (Mantova)
E dal Sud balziamo in Lombardia.
A San Biagio, piccolo paese in provincia di Mantova, gli abitanti si adoperano per costruire tutte le casette e le capanne necessarie a rievocare il Santo presepe.

3) Presepe di Vaccheria (Caserta)
Torniamo al Sud, nella splendida Caserta, per fare un salto indietro di secoli. Il presepe di Vaccheria, infatti, riproduce lo stile di vita della Caserta del 700 e la nascita di Gesù viene accompagnata a manifestazioni tipiche del folklore campano.
Da non perdere proprio per la sua tipicità che coniuga spettacolo a sacralità.

4) Presepe vivente di Greccio (Rieti)
Questo è il presepe vivente più antico d’Italia, risale al 1223, e, secondo la tradizione, nacque per volere di San Francesco.
Da vedere almeno una volta in quanto patrimonio storico e culturale del natale del nostro paese.

5) Presepe vivente di Dogliani (Cuneo)
Torniamo al Nord, a Dogliani dove, in occasione del Natale, case e negozi si trasformano in botteghe artigiane dove vengono messi in scena gli antichi mestieri e viene offerta ai visitatori un’esperienza davvero unica.

6) Presepe vivente di Genga (Ancona)
Nelle Marche, a Genga precisamente, viene messo in scena il più grande presepe vivente d’Italia: lungo il percorso incontrerete pastori, pescatori e contadini che vi condurranno verso la magnifica grotta naturale del santuario di Frasassi dove potrete ammirare la natività circondata da tessitori, ricamatrici, fornai, scultori del tempo

7) Presepe vivente di Caprio (Massa Carrara)
In questa piccola frazione del comune di Filattiera, tutti possono partecipare attivamente alla rievocazione del presepe.
Infatti basta presentarsi 1 ora prima dell’inizio previsto e verranno forniti abiti e a strumenti per calarsi nei panni di un artigiano, un pastore o una contadina del tempo.
Un presepe, per così dire, “interattivo” che coinvolge abitanti e turisti.
Altra peculiarità: il percorso cambia ogni anno.

[amazon_banner asin=”B075F6WCY6,B018R4GJGY,B00PWA17IW,B016W730FG”]

 

Clicca sull’immagine sottostante e vieni a trovarci su Pinterest:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *